mercoledì 4 settembre 2013

Danubio rustico da leccarsi i baffi!


Salve a tutti! Oggi vi consiglio un danubio un pò più rustico del solito e a mio parere fenomenale! 

Lo definirei per metà un danubio e per metà un babà rustico.
Ho letto in rete diverse ricette...che saranno sicuramente squisite, ma oggi vi lascio una ricetta a cui sono particolarmente affezionata perché datami tanti anni fa da una persona per me speciale: la mia amica Lina.
Personalmente, a seconda del tempo a disposizione e della voglia del momento, utilizzo due diverse varianti di questa stessa ricetta, differenziando solo i quantitativi di farina e la forma da dare all'impasto: la prima ricetta è quella più rustica (che vi mostro in questo post) mentre la seconda variante è relativa alla classica cottura a "palline" (che vi mostrerò in uno dei prossimi post) !
Questa versione rustica del danubio è adatta a chi ha meno tempo da perdere e meno manualità...insomma a chi vuole fare una cosa "SCIUè SCIUè"!


INGREDIENTI:
-500 gr di farina Molino Chiavazza (io opterei per 250 gr di farina 00 e 250 gr di farina manitoba....ma tranquillamente si può realizzare con la sola farina 00)
- 3 uova + 1 tuorlo (il tuorlo, miscelato con un pò di latte verrà utilizzato per spennellare la superficie del rustico)
-1+ 1/2 cucchiaio di zucchero (circa 30 gr)
- 2 cucchiaini rasi di sale
- 100 gr di burro (da aggiungere morbido e non sciolto)
- 2 patate medie (circa 250-300 gr)
- 25 gr di lievito di birra
- 1 bicchiere di latte
- 350 gr di misto di salumi e formaggi (a seconda dei gusti si può variare la quantità sino ad un massimo di 500 gr)

PROCEDIMENTO:
Cuocere le patate, e ancora calde passarle nello schiacciapatate e lasciarle raffreddare. Intiepidire il latte e farvi sciogliere il lievito e lo zucchero (mi raccomando alla temperatura del latte che non dovrà essere caldo ma semplicemente tiepido perché altrimenti rischierete di bruciare il lievito ed impedire così la lievitazione). Formare una fontana con la farina e porre al centro le patate schiacciate e raffreddate, le uova, il latte all'interno del quale avrete sciolto il lievito e lo zucchero.
Impastare il tutto e quando l'impasto avrà già preso una certa consistenza aggiungere il sale e il burro morbido a pezzetti e continuare ad impastare ancora per un pò. 
Non lasciatevi tentare dall'aggiungere altra farina, ma regolatevi sapendo che l'impasto dovrà risultare molto morbido. 

Il mio consiglio è quello di impastare nel contenitore in cui avete intenzione di lasciare lievitare l'impasto, proprio in ragione della morbidezza dello stesso. 

Coprire il contenitore con della pellicola e lasciare lievitare sino al raddoppio, che richiederà circa 1 ora. 
Trascorso il tempo della prima lievitazione aggiungere all'impasto il misto di salumi e formaggi e porre il tutto in una "ruoto" di 32 cm imburrato ed infarinato, oppure rivestito con carta da forno. 
Far lievitare nuovamente l'impasto per circa un'ora e mezza.
Al termine della lievitazione spennellare la superficie dell'impasto con un tuorlo d'uovo sbattuto con un pò di latte ed infornare in forno preriscaldato a 180° per 30-40 minuti. 
Io utilizzo il forno ventilato perché mi ha sempre dato un ottimo risultato. 
Già a partire dai 25 minuti fare ben attenzione alla cottura, perché come ben sapete, ogni forno ha i suoi tempi! 
Lasciare raffreddare e servire tiepido o anche freddo! Vi assicuro che è davvero una delizia! 
Se lo desiderate, conservatelo in un contenitore a chiusura ermetica cosicché si manterrà morbido per giorni e giorni. 
Ha un profumo che è una cosa eccezionale....per non parlare del sapore e della consistenza!
E' una nuvola dolce e salata che vi conquisterà al primo morso!
Provare per credere!
N.B: per coloro che come me amano avere sempre qualcosa di pronto in congelatore da utilizzare all'occorrenza, sappiate che questo rustico può essere congelato senza perdere minimamente la sua bontà. Io lo congelo una volta cotto e fatto ben raffreddare.
Per poterlo scongelare basta lasciarlo per un pochino a temperatura ambiente (ovviamente per quanto riguarda il tempo necessario per lo scongelamento molto dipende dalla temperatura presente in casa vostra) oppure chi ha il microonde può utilizzare la funzione scongelamento, ovvero farlo andare un paio di minuti (a seconda del peso) a 160 Watt.

15 commenti:

  1. guardavo le novità su fb, e sono stata rapita da questa sublime immagine! alveolatura straordinaria, colore invitante, ripieno godurioso...è da provare!!! complimenti

    RispondiElimina
  2. Davvero un ottima ricetta, da leccarsi i baffi!! non vedo l'ora di provarla :)

    RispondiElimina
  3. da fare assolutamenteeeeeeee,troppo buono !

    RispondiElimina
  4. Che buono, mi piace un sacco questa ricetta

    RispondiElimina
  5. Adoro i lievitati..... Da provare con lievito madre. Ci provo.... Un bacio Solaria.... !!! :-)

    RispondiElimina
  6. devo provare la tua ricetta,complimenti..

    RispondiElimina
  7. Una ricetta deliziosa e ben descritta, complimenti per l tuo blog ricco di ricette favolose

    RispondiElimina
  8. Che bontà!! Voglio provarlo anche io! Ti va di seguirci a vicenda? Fammi sapere
    Alessandra
    ti aspetto sul mio blog
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  9. Ricetta buonissima,mi piace molto.
    Te la rubo.

    RispondiElimina
  10. Ottima ricetta la proverò!!!
    Complimenti per il blog:))

    RispondiElimina
  11. Ciao cara!!!che ricetta squisita!!le foto mi fanno venire un'acquolina!!la proverò di sicuro...un bacione a presto!!

    Francesca
    http://maisonduparfum.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. Ottimo! Volevo solo un chiarimento: il condimento lo impasti dopo che è lievitato? Rita

    RispondiElimina
  13. Ciao, complimenti per il tuo blog! Anch'io volevo sapere se il condimento del Danubio lo mescoli all'impasto dopo che è lievitato, dalla spiegazione che dai non è chiaro, almeno per me. Ti ringrazio per la risposta che mi darai. Vorrei provarlo per stasera a cena. Aspetto una tua. Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao myriam ti ringrazio per i complimenti. Il condimento lo unisco all'impasto solo dopo la prima lievitazione.quindi impasto, lascio lievitare, poi unisco i salumi e lo metto in teglia, lascio lievitare nuovamente e solo dopo inforno.

      Elimina
    2. Grazie!!!!! Allora poi ti faccio sapere il risultato. A presto :)

      Elimina