venerdì 31 maggio 2013

Favola del caffè: benvenuto Caffè Molinari.


Buon pomeriggio a tutti!
Con molto piacere scrivo questo post per ringraziare l'azienda Caffè Molinari con cui ho appena cominciato a collaborare e alla quale ho il piacere di dedicare una piccola favola.
C'era una volta un sacco di bacche rosse profumate: favola del caffè!
Seguendo le antiche rotte marittime che univano l'Oriente con Venezia e Napoli, tanti anni or sono, nella stiva di  un antico e imponente veliero, viaggiò un sacco contenente delle piccole bacche rosse profumatissime. Erano le prime ore del mattino quando tra la foschia si intravide il veliero approdare in territorio veneziano. Il lungo viaggio aveva messo a dura prova la sua resistenza, cosicché decise di non opporsi all'abbraccio ristoratore delle fluttuanti acque veneziane; il calmo riposo a cui esso s'abbandonò strideva con la frenesia del commercio che già richiamava i marinai ai propri doveri. 
Così, col viso stanco e gli indumenti un pò logori, i marinai cominciarono a scaricare tutto ciò di cui erano stati tesorieri fino a quel momento. Ed ecco che la banchina cominciò a ricoprirsi di sacchi di frumento, otri di vino e metri di morbida seta, mentre grida di bambini curiosi si armonizzavano con lo scalpitio dei cavalli trainanti le carrozze dei grandi signori del commercio. 
Qua e là  bagagli e bauli impolverati di proprietà di una vecchia signora benestante, che farfugliando qualcosa se ne stava lì, eterna e sicura con i suoi capelli perfettamente acconciati sotto un ombrellino di puro lino bianco.  
Distrattamente e senza troppo peso, fù scaricato anche il sacco contenente le bacche. 
Accadde che un piccolo furfantello si avvicinò curioso al sacco, con lo sguardo carico di ingenua meraviglia e voglia di avventura. Il tempo a sua disposizione fù però troppo poco; ben presto il Capitano si accorse di lui e con voce potente, ancora con il sigaro in bocca, gli intimò di allontanarsi. Al grido "saranno guai per te" il ragazzo scappò via come un fulmine facendo cadere il sacco e lasciando scivolare delle piccole bacche rosse, lucide come biglie. Un improvviso vento si levò abbracciando l'aroma delle bacche e diffondendolo per tutta la città ancora dormiente. Quella mattina i veneziani si svegliarono con un nuovo profumo nell'aria.
Il marinaio, che posò in terra quelle piccole e strane sfere rosse, ignorava che aveva appena tenuto tra le mani il nuovo oro del secolo, l'oro nero: fù così che il CAFFE' giunse a Venezia. 
Da quel momento in poi il buongiorno si innamorò del caffè e mai più ne poté fare a meno. 
---------------- 
Questa è la descrizione di una cartolina in bianco e nero, vecchia e un pò ingiallita dal fumo di una pipa! E' un ricordo, o un sogno o semplicemente una bella favola che si delinea nella mia immaginazione al pensiero dell'arrivo del Caffè in Italia! :) 
Un pò di storia.
Non si conosce esattamente quando il caffè sia stato scoperto per la prima volta, ma  alcuni scritti risalenti al 900 d.C danno prova che già a quell'epoca nel mondo Arabo il caffè veniva adoperato come medicina.  
Una delle tante leggende attribuisce la scoperta del caffè a un pastore di capre etiope di nome Kaldi (attorno al 300 a.C.). Si narra che un monaco del Monastero Chehodet nello Yemen, saputo da Kaldi che le sue capre ed i suoi cammelli si mantenevano "vivaci" anche di notte se mangiavano certe bacche, preparò con quest'ultime una bevanda con lo scopo di restare sveglio per poter pregare più a lungo. 
Un'altra leggenda, che è quella a cui amo credere, racconta che un immenso incendio si propagò in un vastissimo territorio dell'Abissinia, coperto da piante spontanee di caffè facendo diffondere a decine di chilometri di distanza l'aroma di quella che fu considerata una gigantesca torrefazione naturale. A chi non è capitato, almeno una volta, di camminare per strada nei pressi di una torrefazione e essere improvvisamente inebriati da quell'aroma inconfondibile di caffè che sa di risveglio al mattino, di buona compagnia, di relax all'italiana! Io adoro quando succede! Pensate un pò a quelle persone che per la prima volta sentirono quel profumo sconosciuto, così intenso, così improvviso e così misterioso! Sarà stata davvero una sensazione particolare!
In ogni caso, a prescindere dalla paternità della scoperta, i diari di viaggio di molti viaggiatori testimoniano che alla fine del XVI secolo, l'uso del caffè fosse già diffusissimo in tutto l'Oriente Islamico.

Come già introdotto prima, possiamo affermare che in Occidente il caffè si diffuse attraverso Venezia, dove il padovano prospero Alpino, noto botanico e medico, che era stato medico del console di Venezia in Egitto, ne fece arrivare alcuni sacchi dall'Oriente; si pensa infatti che a Venezia sia stata aperta la prima "Bottega del Caffè " nel 1640. Il successo fu immediato ed il caffè sia come bevanda che come locale, si diffuse in ogni città italiana. La diffusione del caffè nel mondo fu facilitata da una lotta di interessi tra chi voleva conservare l'esclusiva delle preziose piantine e chi desiderava ottenere una parte dei profitti che esse procuravano.
Nel 1690 un comando di marinai olandesi sbarco' sulle coste di Moka, nello Yemen, e riusci' ad impadronirsi di alcune piantine: dopo pochi anni, fiorirono le prime piantagioni a Giava e Sumatra. In seguito, il caffè si diffuse impetuosamente in tutta l'America Centrale e Meridionale dove, specialmente in Brasile, esistono tutt'oggi le maggiori piantagioni del mondo.


L'azienda Caffè Molinari




Dopo aver fatto un excursus nella storia del caffè, ho il piacere di presentarvi l'azienda Caffè Molinari S.p.a.nata a Modena nel 1804 dalla ditta commerciale "Giuseppe Molinari". 

La ditta si sviluppa sin da subito con successo nel settore alimentare, diventando nel 1880 fornitrice della casa Savoia con il nome di "Ditta Fratelli Molinari".

Come nelle altre città in cui nascevano agli inizi del '900 i primi Caffè come luoghi di incontro di artisti ed intellettuali, anche a Modena nel 1911 la famiglia Molinari decide di costruire su quel modello il "Bar Molinari", passando alla storia con il nome piu' moderno di "bar", abbandonando la vecchia dicitura settecentesca di "Caffe'".
L'attività di torrefazione, confezionamento e commercializzazione del caffè inizia nella sede in via Rismondo, in pieno centro storico nel 1944, trasferendosi poi, in tempi più recenti, nella nuovissima sede di Via Francia 20.
Caffè Molinari produce oggi tutta una serie di prodotti di qualità elevatissima, a partire dalle miscele Essenza fino ad arrivare ai caffè aromatizzati della linea Energy Break nonchè ai caffè Biologici, tutto acquistabile con molta semplicità sul loro sito dedicato all'e-shop Caffè Molinari 1808

Questo è quanto ho ricevuto dall'azienda, che ringrazio nuovamente e che non posso fare a meno di consigliarvi. 
Sono sicura che dopo aver assaggiato i suoi prodotti non l'abbandonerete più.






45 commenti:

  1. un bellissimo viaggio nella storia del caffè, che ho letto sorseggiando una tazzina dell'oro nero di cui non possiamo fare a meno, Molinari, ovviamente!!

    RispondiElimina
  2. hai perfettamente ragione...l'ho provato ed ora ne parlo benissimo con tutti..

    ps bell'articolo.

    RispondiElimina
  3. adoro il caffè molinari, da quando l'ho provato non riesco piu' a bere il caffè di prima... per non parlare delle tisane..io ho provato quella hai frutti rossi ma anche la tua dev'essere buonissima

    RispondiElimina
  4. amo il caffè. e il caffè Molinari è davvero ottimo non manca mai a casa nostra!

    RispondiElimina
  5. Per iniziare bene la mattina la cosa migliore e bersi un bel caffè molinari! ;)

    RispondiElimina
  6. Conosco l'Azienda e ha dei prodotti che sono a dir poco favolosi!

    RispondiElimina
  7. da quando ho avuto la fortuna di provarlo a casa di amiche non manca dalla mia dispensa

    RispondiElimina
  8. una bella storia e un caffè delizioso

    RispondiElimina
  9. ma che carina introdure la fiaba...mi ha fatto leggere molto volentieri questp post...un pò diverso dal solito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisabetta! Mi fa piacere che ti sia piaciuto!

      Elimina
  10. Non l'ho ancora provato sono proprio curiosa di assaporare un ottima tazza di caffè con Molinari

    RispondiElimina
  11. caffè molinari è un piacere berlo ,la vera aroma del caffè! buonissimo!

    RispondiElimina
  12. Amo il caffè molinari mi piace molto la linea degli aromatizzati. Prodotti di qualità!

    RispondiElimina
  13. Adoro il caffè Molinari, l'ho bevuto e mi è piaciuto molto, ottime anche le tisane!

    RispondiElimina
  14. Garanzia di qualità Molinari, grazie dei consigli

    RispondiElimina
  15. il caffè molinari ha un gusto unico e inimitabile!

    RispondiElimina
  16. QUINDI NON SOLO CAFFE' MA ANCHE TISANE...DAVVERO INTERESSANTE GRAZIE DELLE INFORMAZIONI DEVO PROVARLI SICURAMENTE!

    RispondiElimina
  17. questo caffè ho avuto il piacere di provarlo e deve dire che è ottimo

    RispondiElimina
  18. Non la sapevo la storia del caffè, interessante e ottimi prodotti!

    RispondiElimina
  19. ottimo questo caffè ed anche gli altri prodotti

    RispondiElimina
  20. Carina l'idea di darci le nozioni della storia del caffè! Alcune cose non le sapevo proprio. Per quanto riguarda il marchio, non c'è che dire, Molinari fa un caffè buonissimo. Anche io ho avuto modo di testarlo.

    RispondiElimina
  21. Non ho mai provato questo caffè, ma ne ho sentito parlare davvero bene!! lo proverò!

    RispondiElimina
  22. ma che bel post, molto brava....non è così facile parlare di caffè.

    RispondiElimina
  23. come darti torto,io l ho provato e ora bevo solo questo,bellissima recensione un bacio dalla tua nuova follower,Kiara!

    RispondiElimina
  24. Hai proprio ragione, io da quando ho provato il caffè molinari me ne sono innamorata e ormai utilizzo solo questo caffè!

    RispondiElimina
  25. Caffé mOlinari io ti adoro! Non potrei mai star senza! Specie dopo un bel pranzetto all'Italiana

    RispondiElimina
  26. Il caffè nocciola e cioccolato è buonissimo!
    Voglio provare sicuramente anche le versioni al ginseng e all'irish cream.. che poi come sarà quest'irish cream?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca......quello all'irish cream è davvero buonissimo! Ha un aroma pazzesco, immagina che da quando ho aperto il pacchettino, nonostante abbia conservato il caffè in un contenitore ermetico, il mobile profuma in modo pazzesco!

      Elimina
  27. Grazie per queste nozioni sul caffè che ci hai scritto e sulla "favola" evocativa e romantica! Ti consiglio di aggiungere una micropallina di gelato alla nocciola nel caffè.. una piccola coccola!!!!

    RispondiElimina
  28. ..io sono una vera amante del caffè, e ho avuto modo di assaggiare questo Molinare!!! è assolutamente ottimo!!!

    RispondiElimina
  29. Favolosa questa storia e favoloso il caffè Molinari! Un grandissimo brand e grandissimi aromi!

    RispondiElimina
  30. Non l'ho mai provato ma ultimamente ne ho sentito parlare spesso ...e sempre molto bene ! Mi sembra davvero un caffè di qualità ! :)

    RispondiElimina
  31. ho testato anch'io Caffè Molinari e dopo averlo testato l'ho ricomprato, ormai è il mio caffè di casa

    RispondiElimina
  32. Non conosco questi prodotti e, sinceramente da come parli mi hai davvero incuriosito. passo sul loro sito a dare una occhiata. Grazie per le info

    RispondiElimina
  33. Conosco il brand e il caffè ma anche altri prodotti della Molinari sono eccellenti, da provare

    RispondiElimina
  34. vasta gamma di caffè e vari prodotti.

    RispondiElimina
  35. io amo il caffè e mi piace provarne di nuovi grazie per avermi segnalato anche questo

    RispondiElimina
  36. Un buon caffè, gustoso, schiumoso , eccezionale veramente

    RispondiElimina
  37. Io amo il caffè, e questo brand è ottimo :)

    RispondiElimina